CONTATTI


PRESSO:
Ragusa

Per Info o iscrizioni: compilare il modulo di contatto a fianco
infoline al numero 339 44 42 385






Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

GIUSEPPE MIRABELLA

Non c'è un essere qui e adesso, perché il qui è tutto lo spazio, l'adesso è tutto il tempo e l'essere è la coscienza totale. Essere, spazio e tempo sono la stessa cosa. Alejandro Jodorowsky
"La paura è il miglior istinto che conserviamo, e il peggiore. E’ la paura la chiave, sempre troppo stretta o troppo grossa rispetto a qualsiasi fessura; bisognerebbe bendarsi gli occhi, infilarla nella serratura, e poi girare. Tutto qui." R. Milone
Credo nell'azione che fornisce la necessaria determinazione ad avere "Il coraggio di essere uomini". Il nucleo del mio percorso è stato ed è contraddistinto dal desiderio di comprendere l'individuo e il suo essere uomo, dalla mediocrità all'eccellenza, fra sofferenza e felicità. Nel mio percorso ho attinto e attingo sia alle arti marziali orientali che al buddhismo, all'induismo, nel cristianesimo e nel sufismo (in particolare Gurdjieff), in Lacan come in Reich, in Bateson e ovviamente nella psicologia (mio indirizzo di studi). Correnti e teorie anche molto diverse tra loro.. che mi consentono di cogliere elementi intimi e inafferrabili utili ad aiutare le persone a riscoprire la bellezza e il mistero che vi è in ognuno di noi.
La mente reitera, mentre il corpo ci meraviglia. Sempre. (Giuseppe Mirabella)
Io e il karate . Una passione mai sazia. Lui nutre il mio spirito quando mi sento giù e riesce ad abbassare il volume dei miei pensieri più molesti. Esalta la mia gioia e quando è necessario,la mia, a volte troppa esuberanza. Condivisione costante, nella continua ricerca di un equilibrio tra il sentire e il fare. Attendiamo il momento della pratica quotidiana; un’ora, due ore , a volte quando il tempo ci è tiranno, anche mezz’ora . L’importante è esserci,quotidianamente esserci, non mancare all’appuntamento. Respirare e muoversi lentamente, ma con vigore, accelerare fino a sentire il cuore che batte in testa e pensare di non farcela, quindi zittire quel pensiero dirigendosi al centro, dove esiste la quiete nella tempesta. Giuseppe Mirabella
Ascoltando il maestro...
Non è compito dello psicologo capire quel che non si capisce. Non facciamo i ciarlatani e dichiariamo francamente che a questo mondo non si capisce nulla. Soltanto gli imbecilli e i ciarlatani sanno e comprendono tutto. (A. Cechov, lettera a Ivan Leont'ev, 1888)

Nessun commento:

Posta un commento